È del 31 luglio 2020, la Circolare del Capo del Dipartimento recante indicazioni agli enti circa l’impiego degli operatori volontari del servizio civile universale nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 con riferimento alla proroga dello stato di emergenza al 15 ottobre 2020.

La finalità è quella di favorire tale naturale tendenza verso una ordinarietà delle attività progettuali e raggiungere nel minor tempo possibile – e comunque entro e non oltre il termine dello stato di emergenza – il ripristino delle modalità originarie di attuazione dei progetti. Laddove ciò non fosse immediatamente realizzabile o prevedibile in tempi brevi sarà opportuno ricorrere allo strumento dell’interruzione definitiva del progetto con la cessazione delle attività e quindi del servizio degli operatori volontari.

Nell’ eventualità che l’evoluzione dell’emergenza da coronavirus possa riacuire i suoi effetti, saranno prontamente assunte e comunicate nuove misure.

Le indicazioni contenute nella presente Circolare – in continuità con lo spirito e il metodo delle precedenti disposizioni – sono improntate al principio di massima flessibilità e semplificazione, con riferimento alle procedure e alle modalità operative che gli enti possono adottare, e al principio di massima sicurezza, in relazione all’ impiego degli operatori volontari, chiamati in ogni caso ad esprimere il proprio consenso a prestare il servizio.

Fonte: Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, 31 luglio 2020

 

Circolare_covid_19_31_07_202020